Parrocchia di San Martino

 Home / Attività / Parrocchia di San Martino

Parrocchia di San Martino - Bargone(GE)

DOCUMENTAZIONE FINALE DEI LAVORI DI RESTAURO ORGANO BUZZONI ANNI QUARANTA DELL'OTTOCENTO

Descrizione tecnica:

Lo strumento oggetto di restauro è stato costruito da Cesare Buzzoni di Pavia , abitante in Genova negli anni quaranta del '800. Verso la metà del novecento l'organo è completamente smontato per l'eliminazione della tribuna e riposto nel solaio della sacrestia e qui rimane fino al 2004. In particolare i mantici ed il somiere sono stati riposti in un locale esterno in una zona molto umida. Lo smontaggio lo strumento non è avvenuto con un riordino , ma semplicemente le parti , canne comprese sono state riposte alla rinfusa senza segnature. Il lavoro di restauro e ricomposizione è iniziato quindi con il riordino generale di tutti gli elementi in laboratorio. Le canne sembrano essere nel complesso originali anche si sono state riordinate in malo modo e risultano piuttosto rovinate nella struttura. Nel corso del secolo scorso lo strumento subisce alcuni interventi di revisione che ne modificano parzialmente la struttura ; ritroviamo infatti allo smontaggio la tastiera estesa di 54 tasti (in luogo dell’originale a 50 tasti ad ottava corta) ed una pedaliera non originale con relativa meccanica ; le meccaniche risultano nel complesso originali con alcune integrazioni novecentesche. La cassa esterna e presente solo in un pannello: il resto è completamente mancante. Il somiere del manuale a a vento, essendo stato per un lungo periodo in un locale ad alta umidità, si presenta particolarmente tarlato nel fondo ed in alcune parti strutturali; è dotato di stecche in legno con molle di ritorno , tipico del somiere a vento. I mantici sono presenti ed originali ma in pessime condizioni di mantenimento. L’intervento è stato autorizzato dalle Commissioni di tutela della Diocesi e della Soprintendenza. Il Prof. Bertagna di Genova, organologo e studioso dell’arte organaria, è stato contattato per una consulenza sulla reperibilità di modelli ai fini delle ricostruzioni. Le parti, accuratamente imballate, sono state trasportate in laboratorio ove sono state oggetto degli interventi di restauro come di seguito descritto.